29 anni

Ripubblico questo post che avevo scritto sul mio vecchio blog, ormai in disuso, perché tra poco è in arrivo il seguito!



Oggi è giorno di bilanci, faccio un po' il resoconto di quello che ho imparato e non, durante questo variopinto anno di vita.
Innanzitutto ho imparato che arrabbiarsi parecchio, se non ha la funzione di farti scaricare la tensione ma solo quella di farti accumulare un nervosismo che ti porterai dietro tutta la giornata, è deleterio!
Ho imparato che farsi rovinare il fegato, l'umore e la giornata da una cretina che ti urla dietro perché non riesce ad entrare nel passo carraio non è quello che voglio, piuttosto sorrido e le ricordo che le fa male arrabbiarsi così!!
Ho imparato che le cose veramente importanti nella vita sono poche e chi mi si avvicina deve lottare per far parte di queste “poche”.
Tra queste “poche” ci sono gli amici. Ho imparato che trascurarli è un peccato mortale perché loro ti aiutano a far trascorrere il tempo nei momenti peggiori anche solo con un drink e una risata in compagnia!
Ho imparato che in un rapporto d'amore bisogna mantenere la calma quando si cerca di spiegare le proprie motivazioni e imparare a non ferire e a non farsi ferire perché le cicatrici rimangono.
Di conseguenza ho imparato che gli uomini non capiscono le donne
Sì sì, è assodato, è inutile continuare ad affannarci nella ricerca di un uomo che ci capisca: non esiste! 
Sì, lo so che il vostro amico vi capisce come nessuno al mondo ma solo perché è vostro amico, non è coinvolto, dall'esterno tutto è più facile, se fosse il vostro fidanzato/marito non sarebbe uguale. Rassegnatevi! L'uomo da cercare non è quello che ci capisce ma quello che ci ascolta perché così, forse, qualche speranza di intravedere il folle mondo degli ormoni che ci portiamo dentro ce l'ha!
Ho imparato che è importante stare soli con se stessi, il mondo lo riesci a vedere meglio quando non sei nel turbine del dar retta sempre a qualcuno. Riesci a capire chi sei e cosa vuoi e a godere delle piccole cose.
E' importante amare, amare se stessi, amare gli amici, amare il nostro amore, amare la vita e qualsiasi cosa giri intorno ad essa perché gli anni scorrono e non tornano più.
Ho imparato che guardarsi indietro e pentirsi di quello che è stato fatto o detto è una gran brutta cosa che non voglio provare.
Ho imparato che le cose sono molto più semplici di quanto le nostre seghe mentali vogliono farci credere. Chi vuole essere nella nostra vita, c'è! Se non c'è, è perché non vuole esserci e non ci sarà mai...e forse è giusto che non ci sia!
Ho imparato che tutti abbiamo le nostre debolezze, i nostri difetti e che se ci teniamo vicino qualcuno è per i suoi pregi, quindi perché concentrarci sugli sbagli?
Ho imparato che quando non ti aspetti niente, ciò che ricevi incredibilmente è proprio quello che avresti voluto!
Ho constatato che rimuginare sulle sfighe della vita porta solo ad altre sfighe, sorridere da sole in macchina per un piccolo particolare che durante la giornata ci ha reso felici, migliora la vita. (ci fa anche prendere per pazze, machissenefrega!)
Ho imparato che se certe cose proprio non riesci a farle forse non le devi fare, imporsi regole e atteggiamenti serve a poco perché il cuore scalpita.
Ma ho imparato anche che crescendo si diventa più saggi e cambia il modo di vedere le cose, quindi non prendo troppo sul serio il modo in cui le vedo oggi, domani probabilmente sarà diverso!
Quindi sarà curioso rileggere tutto questo l'anno prossimo...

Commenti

Post popolari in questo blog

L'uomo che non ci ama

Se ti lascia andare via

Il Narcisista