L'uomo che ti fa soffrire


Lui è attraente, dolce e premuroso come avete sempre sognato, il ragazzo più affettuoso che abbiate mai conosciuto. Vi fa divertire, vi coccola e vi vizia. Avete anche molte cose in comune e stare insieme è meraviglioso. Lo amate e lui dice di amare voi. Ha solo un piccolo difetto:
quando deve fare qualcosa, anche se questo “ qualcosa” vi farà soffrire terribilmente, la fa lo stesso!
Non importa di cosa si tratti, ciò che conta è che voi state male e lui non se ne cura.
Così potete passare giorni meravigliosi insieme per poi cadere nel peggiore degli inferni, quello che visiti soltanto dopo aver raggiunto il paradiso e averlo perso di colpo.
Non sto parlando di errori che possono involontariamente causare sofferenza a chi ci sta accanto, mi riferisco alla totale noncuranza di fronte alla certezza che ciò che lui farà vi ferirà profondamente.
Che sia un tradimento o il lasciarvi sola in momenti in cui vorreste accanto il vostro uomo o ancora il ferirvi con le parole quando qualcosa non va,. Non ha importanza. Quello che conta è che puntualmente ricapita.
Ogni volta vi promette di non farlo più e di aver capito il suo errore e voi sperate sempre che quella sia la volta buona e che non accadrà di nuovo. Ma poi riaccade.
In questi casi le spiegazioni possono essere due:
- o non capisce davvero il suo errore e lo ammette solo per riportarvi da lui e tenervi buone per un altro po’, fino alla prossima carognata,
- oppure non gli importa proprio della vostra sofferenza.
In entrambi i casi, posso dire con assoluta certezza che non si tratta di amore.
Molte volte noi donne, chissà per quale strano meccanismo psicologico, associamo l’amore alla sofferenza o comunque non riusciamo a ribellarci di fronte a un uomo che ci ferisce ma che riesce anche a farsi amare. Sta proprio qui l’inganno. Credere a tutte le attenzioni e le coccole tralasciando di considerare le azioni cattive e prive di rispetto.
È molto più facile smettere di amare uno che si comporta sempre da stronzo piuttosto che uno che riesce a darci paradiso e inferno a giorni alterni. Una volta provato il paradiso è come una droga e vuoi tornarci a ogni costo.
Potrete perdere il vostro tempo analizzando i vostri errori e pensando che magari se lui ha fatto quella tal cosa è colpa vostra, convincendovi che siete state voi a portarlo a comportarsi così e che se voi cambierete lui non vi farà più soffrire. Non esiste tempo più sprecato al mondo!

La verità
La pura, semplice e agghiacciante verità è che un uomo che vi ama non sopporta di vedervi soffrire. Mai. Per nessuna ragione, nemmeno la più valida. 
Se se ne frega di causarvi dolore, se ogni volta c’è una buona giustificazione per farvi stare male, se quando vuole fare una cosa non gli importa più di niente e di nessuno, sappiate che c’è solo una cosa da capire: non vi ama.
Qualcuno potrebbe pensare che la faccio facile, che esistono mille motivazioni e giustificazioni ma l’amore non è fatto di continue giustificazioni.
Non si può vivere un rapporto di coppia chiedendo continuamente scusa.
L’amore deve intervenire prima e fermare le azioni che faranno danni e soprattutto quelle azioni non si devono ripetere nel tempo.
Con un uomo così sarà una continua altalena tra inferno e paradiso e Dio non voglia che vi troviate a chiedergli di rinunciare a qualcosa che vuole fortemente per voi.
Sappiatelo da subito: non lo farà.
Il motivo?
Credo che l’uomo in questione ami se stesso più di quanto ama voi e la vostra coppia. Per questo motivo in ogni decisione e in ogni azione da compiere la priorità non è il benessere della coppia o il vostro ma solo il suo.
Non è facile staccarsi da un uomo così, soprattutto perché quello che emerge all’inizio e che vi fa innamorare è il paradiso, l’inferno arriva poi, con il tempo.
Ma c’è una domanda che ognuna di noi deve porsi per decidere se continuare una storia con un uomo del genere: sono disposta a sopportare l’inferno pur di avere il paradiso?

Ricordate solo che un cuore, a furia di venir spezzato, qualche pezzo lo perde e poi non si ricompone più...

Commenti

LTfgg ha detto…
Cacchio se sono d'accordo!
Può capitare una volta, si chiede scusa, ma finisce lì. Se l'errore si perpetua nel tempo è come dici tu, non è amore.
E' successo anche a me. E' stato difficilissimo scegliere. Ma fidati ora che sono sola sto MOLTO MOLTO ma MOLTO meglio!
In bocca al lupo!
Eva ha detto…
L'Amore, quello vero, è protezione dalle sofferenze.
Un uomo che non prova questo come primo stimolo verso di noi, non ci ama, nè ci vuole bene.
Marlene ha detto…
In una coppia è fondamentale il conpromosso, bisogna saper annulare un po di se stessi, per stare bene con l'altro. No si puo pretendere sempre e solo il paradiso, ogni tanto bisogna anche fare in modo di crearlo insieme. Gli errori ripetuti mettono decisamente in dubbiop un rapporto, ma bisogna anche capire perchè tali errori vengano ripetuti e magari capirlo insieme, senza doversi perforza scontrare uno con l'altra.

Quando in una coppia si litiga si sta male in due, credimi!
CosmoGirl ha detto…
@Ltfgg: ehehehe come si suol dire "meglio sole che male accompagnate!"

@Eva: hai ragione, l'amore vuole la felicità dell'altro!

@Marlene: Sì sì sostengo anch'io che senza i compromessi non si va da nessuna parte e sostengo anche che la vita sia fatta di tanti momenti difficili, appunto per questo, siccome l'inferno è già là fuori, sarebbe meglio cercare di evitare di crearselo all'interno!
Perché una relazione del genere ti toglie talmente tante energie da non riuscire più ad affrontare nulla.
Il perché degli errori sicuramente va capito e con esso vanno tratte le giuste conclusioni, inoltre anche se il "perché" cambia ma il risultato è sempre quello c'è decisamente qualcosa con qui fare i conti!
IlGiardinODellEViolE ha detto…
Ma sai che hai ragione?! :)
esco da una storia di 16 anni.. mi guardo indietro e scopro solo tanta sofferenza, lui al centro dell'universo e io con le fette di mortadella negli occhi e mi accorgo che quello non era amore.. 16 anni sono tanti.. certo anche una macchina rotta puà andare avanti se trascinata.. ma prima o poi chi la trascina si stanca.. l'amore verso l'altra persona viene prima di tutto. vogliatevi bene ragazze e ragazzi. non fatevi maltrattare inutilmente. meglio sole che male accompagnate.
CosmoGirl ha detto…
Mi dispiace molto per la tua esperienza e per la tua storia finita male.
Io credo che si possa fare molto quando le cose non funzionano e quando parlo di "categorie di uomini", intendo quelle caratteristiche che dopo svariati e svariati tentativi rimangono tali.
A volte basta anche solo parlare, meglio se con razionalità, se poi le cose proprio non cambiano allora è giusto, come tu dici, non buttarsi via, guardare in faccia la realtà e prenderne atto.
Grazie mille per il tuo commento.
Un abbraccio
Anonimo ha detto…
Lui è esattamente così ... chi? mio marito, già MARITO. Sono stata talmente stupida da pensare che potesse crescere e potesse amare anche me e non solo se stesso... risultato? a un anno dal fatidico si, sto pensando continuamente al divorzio. Litighiamo ogni giorno e + stiamo insieme, + litighiamo. Sono nauseata, esausta e ora come ora credo che non vorrò mai più un uomo vicino a me. Sono tutti uguali, anzi quelli che trovo io sono tutti uguali! Sono persino in cura da una psicologa, pensando che questo poteva aiutare il nostro rapporto, ma lui non vuole venire... già, se ne frega. Il problema è solo mio dice lui, sono io la matta. Che vi devo dire?! Solo una cosa: al primo segnale scappate a gambe levate. Ah altra cosa: io penso al divorzio e gli ho anche parlato di questa cosa... sapete la sua risposta?! Sicure di volerla sapere? Bhe ve la dico "Ok, chiedi il divorzio, ma sappi che io ti rovinerò! Ricorda che abbiamo un conto in comune e un mutuo insieme! E appena chiederai il divorzio mi licenzierò almeno dovrai anche mantenermi" ... bello vero? Non so + nemmeno io come uscire da questa situazione! Ragazze scappate prima che sia troppo tardi come per me.
CosmoGirl ha detto…
Posso affermare con certezza che mi giocherei anche l'ultima moneta che ho in tasca pur di essere libera e felice! Pensaci...
Anonimo ha detto…
Hai perfettamente ragione..approvo appieno tutto ciò che hai detto che non è solo corretto ma anche sacrosanto..dopo sei anni di sofferenze,cattiverie,tradimenti,
dopo avermi fatta anche cacciare da una casa che avevamo preso per entrambi..casa che sin dal primo istante non è stata un nido d'amore bensì un luogo di continua sofferenza..continue altalene emotive è tornato l'ultima volta sei mesi fa dimagritissimo spento col cuore ed un anello in mano che non è valso assolutamente a nulla se non a farmi abbassare la guardia e permettergli di fare nuovamente gli stessi errori se non peggio..prima pensavo stupidamente che forse una casa un matrimonio oppure un figlio avrebbe potuto fargli cambiare idea o farlo cambiare..ma poi esattamente come hai detto nell'articolo cercavo continue giustificazioni in quanto non ce n'erano ero soltanto io a non voler ammettere la dura la realtà e mi prendevo puntualmente anche tutte le colpe che mi dava prima di dileguarsi e tornare magari dopo 1 mese o più con stupide scuse;ora so che in amore non dovrebbe esistere alcuna giustificazione ne solitudine e so che come dice la mia mamma..e chi può amarti più di lei;))sono fortunata perchè sono giovane,libera da qualsiasi legame con questo soggetto e soprattutto indipendente..ed ora so come comportarmi al suo prossimo ritorno..perchè tornano sempre..dove trovano una disposta a soffrire tanto??col silenzio e l'indifferenza...e spero di trovare un uomo migliore che sappia amarmi senza doverlo giustificare in nulla e lo auguro anche a tutte voi perchè non c'è nulla di peggiore che entrare in una spirale del genere..nulla..auguri di cuore a tutte;)Alicia
Anonimo ha detto…
Io sto con uno che mi tratta come un straccio usa e getta io sono molto giovane lui e più grande di me di 15 ani abbiamo 2bambini no so che fare datemi un consiglio perfavore.
Anonimo ha detto…
la mia donna era al centro del mio mondo,non esisteva niente e nessuno che potesse frapporsi tra noi.premetto che la nostra è stata una storia clandestina,x lei ho messo da parte matrimonio,amici,facebook,e tutta la mia libertà in assoluto.sono stato a tutte le sue richieste anche le piu assurde x amore x farla stare tranquilla e serena e darle quel famoso paradiso di cui tutti parlate...ma col tempo ho visto che le cose non erano uguali x entrambe.mi sono stati negati baci xke quel tale giorno avevo la barba poco cresciuta,oppure ho dovuto promettere cose che non sto qui a dirlo e sempre senza una spiegazione apparentemente buona,anzi inesistente.queste sono solo piccole cose altre invece mi hanno portato a ritrovarmi nei guai con mia moglie o con i suoceri sempre x garantirle serenita,ma alla fine a lei cosa importava di tutto questo?ci fosse stata una ragione allora...l'ultima lite che abbiamo fatto è stata xke ho chiesto ad una persona con cui mi do del lei e cmq molto piu grande d eta di me un opuscolo x le insalate,disse che le ho dato confidenza.mi metto nei suoi panni e capisco che la gelosia porta anche a questo,ma la morbosita prima o poi deteriora tutti i rapporti.cmq alla fine ho cercato in tutti i modi di cambiare sempre x nonperderla e sempre mi sono sentito dire che non ho fatto nulla,potrà essere anche vero,ma dio solo sa se non è cosi.detto qui con poche righe sembra nulla,ma vi garantisco che non è cosi,mi ha portato all'esasperazione...quindi certi miei comportamenti si sono modificati involontariamente a causa di tutto.ma non è strano che in 4 anni di rapporto affettivo in tutte le discussioni io abbia sempre ed esclusivamente avuto torto? eppure ho sempre chiesto scusa anche pensando di avere ragione x nonperderla...ma adesso basta,ci vuole anche dignita.
scusate lo sfogo.
ariete 74
Silvia ha detto…
@ Ariete74
Come tra gli uomini, anche tra le donne esistono i "Narcisi": persone in grado di pensare sempre e solo ai propri bisogni, persone che addossano ogni colpa agli altri, persone totalmente incapaci di mettersi nei panni altrui e di capirne desideri, sentimenti e sofferenze.
In poche parole, persone incapaci di amare.
Non ha senso vivere come hai fatto tu, cercando perfino di cambiare se stessi, e oltretutto per una persona che non ci riconosce nulla, che vuole avere sempre ragione, che pretende tutto e non da' quasi nulla... spero tu possa liberarti presto da questa situazione, non ci vedo nulla di buono purtroppo!
Una cosa pero' potrà esserti utile, secondo me: cercare di capire perché sei rimasto tanto a lungo in una situazione così dolorosa e faticosa... forse scoprirai qualcosa di te che, in futuro, ti aiuterà ad evitare altre storie simili, e ti consentirà di essere davvero felice!
Forza! :)

Ps: articolo molto, molto interessante!
Purtroppo vi ho rivisto qualcosa che mi e' molto familiare, e che sto imparando finalmente ad evitare.
Grazie!
CosmoGirl ha detto…
Grazie Alicia per il tuo commento davvero costruttivo e in bocca al lupo per tutto!

Grazie anche a te Silvia per la bellissima risposta al nostro amico anonimo, non avrei saputo dirlo meglio! Un abbraccio
Anonimo ha detto…
tutto quello che ho letto nei post mi sembra che corrisponda brutalmente alla realtà....ma come è possibile che un rapporto che aveva tutti i presupposti per funzionare vada alla deriva....l'uomo egoista lo riconosci subito, anche a me è capitato, ma poi pensi che l'amore sarà più importante, pensi che con l'amore si può risolvere tutto...ma non è vero, l'uomo egoista ed egocentrico sa amare solo se stesso, se ne frega della sofferenza che provoca, anzi, tu soffri e lui dà anche la colpa a te, ti attribuisce tutte le cause del fallimento....è molto triste rendersi conto di non valere niente per l'altro....
Anonimo ha detto…
Io sono un uomo e parlo della mia esperienza avuta con una ragazza del genere. Da poco è finita e lo strazio è tuttora presente, insieme all'amarezza di aver dato fiducia ed essermi illuso in un futuro con lei, sempre in bilico perchè pensava che non l'amassi quando invece quello che facevo lo facevo in funzione di lei. Lei la donna egoista, che doveva essere al centro dell'attenzione, felice di sentirsi dire da altri che era una bella gnocca, e che quindi tutto le era dovuto, senza mai apprezzare nulla di quanto facevo per lei. Ma si sa, se si ama veramente una persona, si riesce a dare senza dover per forza ricevere nulla in cambio, fino a quando però ha cominciato a privarmi di un qualsiasi contatto , che sia un abbraccio , neanche un bacio, e il dialogo che in un rapporto non può non mancare e invece che parlare con me sparlava alle mie spalle con tutte le sue amiche, fino a far diventare il nostro rapporto che fino a qualche mese prima aveva un progetto di una certa entità, un abisso di sofferenza.
Anonimo ha detto…
Se lei era così, sei stato anche troppo buono, molto probabilmente dovevi mandarla a quel paese tempo prima... Non hai perso niente, fidati. A me è capitato in ragazzo così, mai contento di quello che facevo x lui, un pò come la tua ex. Quelle persone sono da lasciare a se stesse o a qualcuno come loro, non preoccuparti, troverai una ragazza che si accorgerà del tuo valore e quella lì non pensarci più, non merita neanche il tuo pensiero!
Eva ha detto…
Anche a me sta capitando e purtroppo ne sono ancora dentro ed e'cosi difficile staccarsi ...in Questa mia altalena tra Il continua re e chiuderla non riesco a decide re ..e'come SSe fossi paralizzata...ed e'come Se mi stessi intossicando :(
CosmoGirl ha detto…
A volte si fa fatica a lasciar perdere queste persone e, lo dico sempre, in certi caso serve farsi aiutare per trovare questa forza e ricominciare a vivere.
1965 ha detto…
Sono 22 anni che bisticciamo e va sempre avanti così,si sta tranquilli quando uno dei due é al lavoro,e poi si ricomincia,ma è sempre lui ma perché no se ne và? Io gliel'ho dici sempre e lui dice che me l'ho deve fare provare s stare sola,ma abbiamo 2 figlio la ragazza mi chiede perché non vi lasciamo,na é lui chr non sr ne vuole andare,me ne dovrei andare io,come faccio con i 2 figli? Mannaggia non la finisce mai !! Ms perché! Grida sempre,é sempre arrabbiato,attacca su tutto,ma io nonno capisco.
Anonimo ha detto…
Tutto quello che hai scritto in questo articolo è tremendamente vero. Ho vissuto in prima persona un amore illusorio. Fino a qualche giorno fa stavo ad un uomo (se cosi lo si può chiamare) che non ha mai capito i miei bisogni e le mie paure. Gli ho donato tutto l'amore che potevo dargli. Gli sono stata accanto in momenti difficili per lui, ho perso tutto per lui e per l'amore che per lui provavo.L'hO aiutato ad uscire da un passato difficile, una sua precedente storia finita male. Ho fatto in modo di riaprirgli il cuore, combattendo ogni giorno in modo che potesse capire che l'amore è qualcosa di diverso, lontano dalla sua visione.
Questo suo concetto di amore si è però riversato su di me: non si è mai fidato di me, nonostante in anni di relazione non gli ho mai dato segni di poter dubitare di me, non avevo amiche, non uscivo mai se non con lui. Era così morboso da dirmi di divergli chiedere il permesso anche solo se dovevo uscire con i miei genitori. E io per amore cedevo. Sono stata accecata per troppo tempo.
Per me lui non c'era mai. Non voleva condividere le mie passioni, e al contrario io dovevo farlo. Ho sempre cercato di fargli capire le cose che non andavano brne, che compromettevano il nostro stare bene.
Lui non l'ha voluto capire ed io, dopo essermi colpevolizzata fin troppo, ho capito di essere arrivata ad un vicolo cieco, in un punto senza
ritorno.
Non ha senso essere così morbosi e poi, però, essere assente nei momenti di vita reale, in cui c'è bisogno di conforto, aiuto o anche solo un semplice sorriso.
Tutt'oggi non è riuscito ad ammettere le sue colpe. Per lui sono io che mi attacco alle piccolezze per poter andare via dalla sua vita.
Dentro di me c'è un vortice di tristezza infinita. Non è giusto che certe persone abbiano la possibilità di entrare nella nostra vita e di sconvolgerla cosi tanto.
Non è giusto essere ricambiate così dopo essersi fatta in quattro per lui ed essere come lui voleva che fossi, per poi sentirsi dire che non ho fatto abbastanza.
Ho preso coraggio e ho detto "basta". Mi si stavano ammalando anima, mente e corpo.
Grazie a me ha trovato la forza di crescere, andare avanti. Grazie a me ha trovato un ottimo lavoro e buoni propositi per il futuro. Non l'ha mai capitato. È arrivato il tempo di pensare a me stessa, di avere la forza di riconquistare tutto quello che ho perso. Solp Dio sa quello che ho passato in questi anni.
CosmoGirl ha detto…
Mi dispiace tanto per quello che hai vissuto e capisco quanta forza ci voglia per ricominciare ora, ti faccio i miei complimenti per averla trovata. Leggendo la tua storia mi è venuto in mente che la parola "troppo" in amore esiste eccome. Delle volte amiamo troppo dimenticandoci di noi stesse
Anonimo ha detto…
vorrei svegliarmi domani mattina con una nuova testa,una nuova vita.Ho sempre piu paura di arrivare ad un punto di non ritorno,il punto in cui mi trovo gia con l illusione di poter prima o poi trovare il lietofine...E' veramente difficilissimo,dipendo da lui,non economicamente grazie a Dio,ma come una droga questo legame mi consuma o mi conforta.il mio di uomo,con cui ho una bimba di4 anni,sembra dipendere amnche lui da me,soffre all inverosimile quando lo lascio e promette qualunque cosa...poi,tutto torna come prima.Ad ogni tentativo di richiesta personale,un bisogno mio,lui reagisce quasi sempre aggressivamente.Psicologicamente mi devasta,usa le mie fragilita' contro di me,mi da della fallita dopo che ho pianto per non avere un lavoro,ergendo se stesso perche giornalista.mi dice che ho il mostro dentro,che sono piena di veleno...forse si,sono esasperata da lui,dalla cattiveria e dall egoismo umano.rimarro' per sempre sola,questa e' la follia nei miei pensieri che continua a lasciarmi intrappolata in questa tela.E lo amo anche,ancora,nonostante tutto,lo odio ma poi lo amo..una malattia,una galera,a volte dolce e perfetta,nelle sue quattro mura
Lilla ha detto…
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Post popolari in questo blog

L'uomo che non ci ama

Se ti lascia andare via

Il Narcisista