Una vita beige

Ieri si è chiuso il sondaggio del mese che chiedeva quanto ci sentiamo felici e soddisfatti nella relazione che abbiamo. Hanno vinto a pari merito il 70 e il 100 % mentre il 20 e il 50% hanno avuto rispettivamente soltanto tre e due voti.
Oggi un amico di blog ha twittato che si sente fortunato nel constatare che purtroppo tanti hanno problemi nella loro relazione ma stando ai risultati di questo sondaggio fortunatamente sono molti  a sentirsi soddisfatti e felici.
Così mi sono chiesta quale sia il segreto di una serena vita di coppia. Botta di culo? Compromesso? O forse semplicità?
Sicuramente la fortuna gioca la sua parte nel far incontrare “la persona giusta” e i compromessi sono alla base di qualsiasi rapporto ma comincio a chiedermi se la semplicità non giochi un ruolo fondamentale.
Mi spiego meglio. Per persone semplici intendo quelle che non si fanno mille pippe mentali, che non riflettono sul perché di ogni cosa, che si sanno accontentare e sanno apprezzare ciò che hanno. Quelle che non hanno dentro tumulti da placare e che cercano poche cose dalla vita, semplici ma essenziali.
È di sicuro più facile vivere accanto a una persona così ed è anche più facile “incastrarsi” con lei.
Quando invece sei una persona complicata, avrai sicuramente più difficoltà, soprattutto con gli uomini che sono individui semplici e basilari, che vogliono una vita tranquilla e zero rotture di coglioni. Tu lotterai con le tue pippe mentali e loro penseranno che ce l’hai con loro, tu cercherai di far capire le tue esigenze e loro si sentiranno inutili, tu proverai a mostrare le tue sofferenze e loro penseranno che gli fai menate. 
In sostanza un gran bel casino. Un marasma di incomprensioni che genererà distanza e tanto dolore.

A questo proposito mi viene in mente una scena storica di Sex and the City in cui Carrie è al bar con le ragazze mentre al Plaza si sta festeggiando il fidanzamento di Mr. Big, con quella che sarà la sua futura moglie. Carrie si interroga sul perché lui abbia scelto proprio lei. 
La saggia Miranda le ricorda il film “Come eravamo”, in cui il protagonista Hubbell (Robert Redford) è follemente innamorato di Cathy (Barbra Streisand) ma non riesce a stare con lei perché lei è troppo complicata, così si sposa con una ragazza semplice. In quel momento Carrie ha una rivelazione e dice “Il mondo è diviso in due tipi di donne: le ragazze semplici e le ragazze “Cathy”.
Uscita dal bar Carrie passa davanti al Plaza e vedendo Big gli chiede perché lui non abbia scelto lei. Lui le risponde “Non lo so…era diventato difficile e lei è così…”
A quel punto Carrie, riprendendo la scena finale del film, gli sposta i capelli dalla fronte e gli dice “La tua ragazza è adorabile Hubbell”
Big stupito le risponde “Non capisco” .
Carrie sorridendo gli dice “Non hai mai capito”, si volta e se ne va. Ed è in quel momento che pronuncia una delle frasi più note a noi SATC addicted.

“Ok, non ero riuscita a domare Big ma il vero problema era che lui non era riuscito a domare me. Forse certe donne non sono fatte per essere domate, forse hanno bisogno di restare libere finché non trovano qualcuno altrettanto selvaggio con cui correre”

Sapete come va a finire? Big si sposa ma dopo poco si sente impazzire perché la sua nuova moglie, oltre ad aver reso la sua casa beige, sta facendo diventare anche la sua vita “beige”!
Quindi ragazze Cathy di tutto il mondo non disperate. Quel 20 e 50 % sarà anche un numero esiguo e noi saremo anche complicate, incasinate e probabilmente isteriche ma la nostra vita non sarà mai beige! 

Eccovi il video con la scena di Sex and the City

Commenti

F.L.A. ha detto…
Mi piacciono tantissimo le similitudini con SATC, lo adoro...! Devo dire una cosa però... io non mi reputo una donna beige, tutt'altro. Ma la mia metà è comunque riuscita a rendermi felice ogni giorno accettandomi e amandomi per quello che sono, come io faccio con lui. Forse sta proprio lì il problema: spesso si cerca di cambiare le persone e invece è l'ultima cosa che va fatta. Bisogna proprio cambiare partner!
Ti abbraccio
Adoro il tuo blog,dal cuore!!
Finalmentemamma ha detto…
io sono una di quelle ocmplicate,strane, lunatiche, selvagge, a cui piace correre e cambiare, vedere e imparare e fare cose nuove, non riesco a restare statica in un ruolo..voglio essere moglie e mamma perchè adoro questi ruoli, ma voglio continuare a fare l'interprete, l'educatrice, il lavoro coi bimbi in chiesa, il canto, la musica, la lettura...e ogni volta che faccio qualcosa già penso a cosa potrei e vorrei fare dopo...e mi lamento sempre, e sono testarda...eppure ho un marito che mi ama anche se alle volte sbrocca di brutto e mi dice che mi vorrebbe pistare pe quanto lo faccio sclerà...però alla fine la sua frase è "Mannaggoia a te e a come sei fatta..ma ti amo proprio perchè sei così complicata..almeno con te non ci si annoia mai"....
CosmoGirl ha detto…
Brave, è proprio questo il punto: avete trovato qualcuno che non vuole una vita beige e vi ama per questo, perché siete delle splendide ragazze Cathy!
Un abbraccio a tutte e due!
Francescast.84 ha detto…
Questa puntata di sex and the city che hai citato, l'ho trovata una delle più belle della serie ... che adoro così tanto, che fino a qualche mese fa il mio blog era intitolato "VOGLIO UNA VITA AL SAPORE DI CARRIE" . non so perchè poi ho cambiato il titolo, è stata una cosa molto sofferta, perchè mi rappresentava veramente per quello che ero. Poi però, sono arrivata alla conclusione, che la gente non capiva il nesso, perchè SEX AND THE CITY non è solo sesso, ma qualcosa di più ... mi sembrava come se la gente, qualcuna,come entrava dentro, partiva subito prevenuta a priori ... e quindi cambio di abito. Ma continuo a VOLERE UNA VITA AL SAPORE DI CARRIE :P

per quanto riguarda i rapporti d'amore, più che la semplicità, è una questione del riuscire ad amare chi si ha accanto per quello che è e non per come lo vorremmo. Sembra banale e scontato dirlo, ma ho sempre pensato che tutti, o quasi tutti amiamo in modo piuttosto egocentrico. Abbiamo un tipo ideale di uomo, e quando incontriamo qualcuno, cerchiamo quei lati che che avevamo immaginato addosso a lui. mi sono sempre chiesta perchè ci si lascia così facilmente, perchè vogliamo amare alle nostre condizioni, e tutto quello che ci stona non ci sta bene ... Però quando partiamo dal presupposto che la diversità è una possibilità, l'amore potrebbe non avere così tanti ostacoli, quelli fasulli che ci mettiamo sempre avanti al nostro cammino come scuse.

Francesca
CosmoGirl ha detto…
Il tuo commento è meraviglioso. Innanzitutto ti capisco perché anch'io trovo molta gente che non ha capito di cosa parli davvero Sex and the City.
Ma soprattutto voglio ringraziarti per le tue riflessioni sui rapporti, mi hai fatto davvero riflettere, credo che tu abbia proprio ragione e che questo sia il motivo per cui tanti rapporti non funzionano. Ma come si fa se il fatto che "quello che ci stona" non solo non ci sta bene ma ci fa soffrire? Se lasciare non è la soluzione come si fa?
Insight ha detto…
Grazie per la citazione CosmoGirl. Anch'io ho seguito con attenzione il tuo sondaggio e sono contento che i risultati positivi siano tanti. Qui fuori dal mio monitor non ne vedo altrettanti. Effettivamente per noi credo valga la regola della semplicità. 22 anni di matrimonio (senza offesa per nessuno ma tendo a considerarlo uno step oltre la convivenza) non sono passati senza ombre ma quello che nessuno dei 2 ha mai messo in discussione è stato il patto stesso. Rispetto e buona educazione imparati dai ripettivi genitori possono essere stati un ingrediente ma se qualcuno mi chiede perchè mi definisco ancora innamorato di lei non so dare una risposta.
Ecco, come sempre ho mischiato frutta con verdura quindi il mio contributo al dibattito resta pari a zero. Sorry. Spero di aggiungere qualcosa di più costruttivo dopo i prossimi commenti. Come finale posso dire solo che amo quella donna e del perchè o percome non mi interessa ma me lo godo finchè dura (sic).
Francescast.84 ha detto…
bè, quello che stona, a priori non sta bene, bisogna valutare quanto è grande la sfumatura di questa stonatura. In un rapporto di coppia ci sono delle cose fondamentali sui cui si deve essere intransigenti, come i valori, l'educazione, i modelli di vita ... sostanzialmente se 2 hanno caratteri opposti non è detto che non possono avere un futuro insieme. Si tratta di essere comprensivi. Sai, a me spesso è capitato di giudicare, accusare, incavolarmi per atteggiamenti reputati poco consoni, però lo erano per me, e non per qualcun'altro. Mi son sempre chiesta il motivo per il quale son sempre stata più pronta a dire: -Così non vai bene, devi cambiare, non mi capisci ... senza magari rendermi conto, che chi non capiva ero soprattutto proprio io. Un trucco che io uso per mettermi nei panni di qualcuno di cui non capisco lo stato d'animo è cercare di provare la sua stessa sensazione, reazione, atteggimento. Se lo fai veramente, cercando di entrare nella sua stessa testa è agghiacciante degli stati d'animi che quella persona prova, ma soprattutto, di come tu possa avere avuto i paraocchi per così tanto tempo, senza giustificazioni ...
Un rapporto di coppia, quando c'è amore, bisogna lottare per mandarlo avanti ... devi smettere di farlo quando ti rendi conto che uno dei 2 non prova più la stessa cosa. Vedi Big e Carrie per esempio, loro si che sono arrivati all'esasperazione, si sono amati, odiati, persi e ritrovati un'infinità di volte ... ma alla fine si sono sposati. Non è un segno? secondo me si ... è che basta assumersi le proprie responsabilità seriamente, invece di lasciar perdere e far correre il tempo con scuse, e sempre con la nostra visione perfetta della vita, anche perchè non possiamo costringere nessuno a pensare che il nostro modo in cui vediamo la vita è il migliore rispetto al suo.
Blog Surfer ha detto…
vabbe'..io in questo blog faccio sempre la figura del bastian contrario..ma tant'e' .. ;)

allora (questo discorso e' valido per entrambi i sessi) : trovo sciocco chi si auto-assolve con frsi del tipo: "non mi merita", "sono troppo per lui" , "tanto non mi ha mai capito" e , per finire, la piu' grande masturbazione mentale del tipo "“Ok, non ero riuscita a domare Big ma il vero problema era che lui non era riuscito a domare me." .

Queste frasi denotano sempre una mancanza di analisi oggettiva della relazione che non si dovrebbe mai concludere con "io sono superiore , l'altro e' inferiore, quindi, e' meglio sia finita"

buonagiornata :)

PS: scusa , cosa sgnifica SATC ?
Charlie68g ha detto…
IL guaio è che quando incontriamo qualcuno che ci interessa tendiamo a comportarci in modo di fare piacere a loro. Perdendo la fedeltà a noi stessi; e quando cerchiamo di riprenderci la nostra essenza, la persona al nostro fianco ci trova cambiati e non sempre riesce ad accettare tutte le nostre sfaccettature.
CosmoGirl ha detto…
@Insight: forse una risposta non c'è, non so forse l'amore non è una cosa razionale che si può spiegare o "motivare". Non è vero che il tuo commento non è stato costruttivo, anzi! Credo sia bello per le donne vedere un uomo che smentisce un pò il luoghi comuni!
CosmoGirl ha detto…
@Francescast.84: Sei davvero molto saggia e ammiro la tua autocoscenza, il fatto che ti fai così tante domande e ti metti in discussione. Hai detto tutte cose verissime che mi hanno fatto riflettere ma, c'è solo un ma, a volte non riesci a entrare nella testa delle persone o a volte quando ci entri di sembra di trovare delle motivazioni brutte per le loro azioni.
CosmoGirl ha detto…
@Bastian contrario: :)
innanzitutto voglio dirti che hai ragione quando mi dici che molti dei discorsi valgono per entrambi i sessi, solo che io sono una femminuccia e parlo a nome della categoria!! :D

In secondo luogo, se il ragionamento "non mi ha mai capito" è un'auto-assoluzione, vorrei che mi dicessi quale dovrebbe essere il ragionamento corretto da fare.

Ps. SATC è l'acronimo di Sex And The City (cose da SATC addicted, non potevi saperlo!)

Ah "masturbazione mentale" la trovo una definizione geniale!
CosmoGirl ha detto…
@Charlie68g: eh sì, è vero e onestamente a questo non ho una risposta, anzi se qualcuno ce l'ha è il benvenuto!
Forse il segreto, come dice una mia amica, è imparare ad amarsi nonostante i cambiamenti che nel corso degli anni sono inevitabili, ri-innamorarsi ogni volta...non so...
Blog Surfer ha detto…
Buondi'!

spesso tendiamo a distruggere chi ci ha rifiutato e, quindi, si ricorre a frasi di quel tipo.
In realta' credo le possibilita' siano :
1- Non le/gli interesso piu' e , quindi, non c'e' nulla da fare, quando si spezza qualcosa spesso capita senza alcun motivo , occorre prenderne altro e guardare oltre.
2- Se invece riteniamo davvero che , per esempio, "il partner non mi ha capito" dovremmo allora, per par-condicio, chiederci "Se lui non ha capito,Come mai non sono riuscito a spiegarmi ? " , e cosi' via per ognuna delle colpe che "infliggiamo" all'altro. (anche se a me non piace il termine colpa...)


Ti lascio con un ultimo suggerimento (ultimo perche' fra un po' mi prenderai a calci nel sedere) ma sarebbe corretto interpellare il partner di chi ha partecipato al sondaggio e chiedere la stessa cosa: confrontando le risposte secondo me ne vedremmo delle belle ... ;))))


scappo, ciauuuuuuuuuuuuuuu ;))
CosmoGirl ha detto…
Devo dire che mi piace molto il tuo punto 2. Non è sempre così facile da applicare ma nella teoria mi è piaciuto molto!
Ci rifletterò su!
Lungi da me prenderti a calci, anzi ti ringrazio per il confronto e gli spunti di riflessione!

Riguardo al sondaggio...non lo sapremo mai!!!

Buona serata!
Finalmentemamma ha detto…
sorpresa x te!!!
Anonimo ha detto…
adoro satc

Post popolari in questo blog

L'uomo che non ci ama

Se ti lascia andare via

Il Narcisista