La vera fregatura


Ci sono delle persone che ci feriscono con il loro orgoglio e con la loro indifferenza. Persone da cui ci aspettiamo qualcosa oltre alle parole, persone che dicono di tenere a noi ma che poi nei fatti pensano solo a sé stesse
La facile conclusione sarebbe che a quelle persone non importa di noi. Ma spesso la verità non è custodita nei pensieri più semplici.
Sia che si tratti di un rapporto di amicizia o di un rapporto d’amore, le mancate dimostrazioni di interessamento feriscono, non c’è che dire. 
Vedere una persona a cui tu hai dato tanto che nel tuo momento di bisogno non ti vede nemmeno o avere a che fare con qualcuno che di fronte a delle tue richieste d’aiuto ti risponde che ha da fare altro, mentre tu nelle sue mani hai riposto la tua anima, porta a credere di avere a che fare con l’emblema della stronzaggine fatto persona.
Ma andando più a fondo mi sono accorta che questo genere di persone, quelle che dimostrano egoismo, che si nascondono dietro l’orgoglio e si difendono con l’indifferenza verso il dolore altrui, sono persone che non sono in grado di amare. 
Non sono persone cattive o stronze, sono solo persone incapaci. 
Sono incapaci di affrontare la sofferenza degli altri e di esserci nel momento del bisogno, sono incapaci di dare con quella totalità di amore che permette di mettere da parte sé stessi e sono incapaci di rincorrere ciò che amano e di sistemare ciò che rompono. 
E’ più forte di loro, non ce la fanno. Non lo sanno fare, forse non gli è mai stato insegnato.
Se li vediamo come degli stronzi la rabbia diventa la diretta conseguenza, lo sdegno ci pervade e la delusione prende il posto dell’affetto. Ma la domanda è: chiedereste mai al vostro cane di prepararvi la cena? No? Perché? 
Perché non sarebbe in grado di farlo. 
E allora perché chiedere a una persona ciò che sappiamo non essere in grado di fare?
A questo punto la rabbia va via e la delusione lascia il posto alla tristezza. 
Sì, perché fa tristezza vedere una persona che è talmente bloccata dall’orgoglio, o da qualsiasi altra cosa, al punto da non riuscire a rincorrere ciò che non vorrebbe perdere. 
Pensateci. 
Se vedeste una persona inchiodata al suolo da chissà quale colla malefica che guarda il suo amore andare via senza poterlo rincorrere, non provereste pena?
Non vi farebbe tristezza vedere qualcuno talmente incapace di mettere da parte sé stesso da non poter aiutare qualcuno a cui tiene, fino al punto di perderlo?
Sono persone destinate a rimanere sole, a non avere rapporti importanti e duraturi, sono persone che non sanno capire il dolore perché ne hanno paura, ma il dolore, si sa, fa crescere. Sono persone che non conosceranno mai la gioia che deriva dall’amare e dal dare tutto sé stessi. Sono persone che si perdono la felicità. 
E non pensate che però almeno stando da soli non rimarranno mai fregati da nessuno perché la prima persona che li ha fregati la vedono tutte le mattine nello specchio, con la differenza che noi possiamo scegliere di liberarci di chi ci frega ma loro?

Commenti

Valentina ha detto…
Accidenti dev'essere telepatia ne parlavo proprio qualche giorno fa con mia mamma riferendomi ad una collega di lavoro. Mia mamma, saggia donna, mi dice sempre che quando si da bisognerebbe dimenticarsene, se si è dato qualcosa lo si è fatto col cuore e non bisognerebbe aspettarsi nulla in cambio ma poi quando ci accorgiamo che la persona che abbiamo sostenuto, confortato nei momenti di sconforto, aiutato nei momenti di bisogno preferisce perderci piuttosto che aiutarci, a quel punto è inevitabile ricordarsi quello che si è fatto per lei e si arriva la rabbia o meglio la delusione di aver dato a qualcuno qualcosa di noi che non meritava. Ma dici bene certe persone hanno paura del dolore e non amano per paura di soffrire non si danno per paura di essere vulnerabili e quindi facilmente attaccabili. Eppure credo che se potessero amerebbero, se imparassero a lasciarsi andare lo farebbero, credo che ognuno di noi possa tirare fuori la parte migliore di sè anche se spesso bisogna faticare e non sempre si ha il desiderio di farlo.
Ti abbraccio
Robilandia ha detto…
Questa volta non mi trovo del tutto d'accordo. fa comodo pensare che siano sempre glia altri ad essere sbagliati, a comportarsi male, ad essere incapaci di amare...
e se qualcuno prendesse le dovute distanze semplicemente perchè dietro si cela un motivo ben preciso (e diverso da quelli sopra elencati) a noi ignoto?
Valentina ha detto…
Bene è bello vedere scritte opinioni diverse e non mi trovo del tutto in disaccordo con quello che dici, ma se ami una persona non dovresti cercare di far capire il perchè di questo allontanamento? Parlando, comunicando le proprie remore ad esporsi, le proprie paure all'altro non si eviterebbero equivoci che a lungo andare faranno soffrire chi non lo merita?
Finalmentemamma ha detto…
E proprio vero per quanto sia triste...quante amicizie pero ho lasciato perdere perché stanca di dare sempre senza ricevere nulla in cambio..pero quello che dici tu e vero in parte, dal mio punto di vista...il mondo e pieno anche di persone che, nonostante certe cose le sappiano fare,non le vogliono fare, preferiscono ottenere il max risultato col minimo sforzo, salvo poi forse ritrovarsi a capire, spero, che quello che per loro era il massimo risultato per chi gli sta accanto invece era il nulla, o comunque ci andava vicino...questo e il vero dramma!!!!
Daniela ha detto…
Pensa...a volte credo di essere una persona predestinata a restare da sola...non per egoismo però, ma per le troppe e continue delusioni che arrivano da ogni parte...credo che ridurre il tutto all'egoismo sia troppo comodo...magari qualcuno si chiude perchè si è esposto troppo senza avere riscontri positivi...
La conclusione forse sta nel fatto che non esiste nessuno incapace di amare..è solo che qualcuno vuole correre il rischio di farlo, altri no!
Birra e Sentimenti ha detto…
Parole sante! Credo sia davvero così. La frase che hai scritto sulla persona che li frega davvero - cioè loro stessi - è verissima!
Purtroppo noi - che daremmo amore e ancora amore - ci dobbiamo ressegnare.

Tempo fa ero arrabbiata anche io, poi ho cercato di andare incontro a questa persona, poi ho perso le speranze.

Per adesso meglio da sola.
Redazione ha detto…
Urca, credo sia la prima volta che non sono totalmente d'accordo con quello che scrivi. Per qualche motivo:
- Non ci sono solo persone incapaci, ci sono anche persone egoiste e stronze, che per una serie di tot motivi decidono di essere così.
- Le persone incapaci esistono e non è colpa loro se sono così. Tuttavia, per quanto possa capire che non proveranno mai la gioia di amare e di essere amati, sono persone che scelgo di non frequentare. Se decidessi di frequentare una di queste persone, non sarebbe amicizia, sarebbe compassione, ovvero qualcosa di ingiusto sia per me che per l'altra persona.
Cacchio: credo che questo sia il mio pensiero profondo di stasera...
Buonanotte e a presto!
M.I. ha detto…
è incredibile (ma d'altra parte io e te ne abbiamo sempre avute di ste cose), ma sembra che tu abbia descritto una situazione che mi appartiene. Potrei averle scritte io queste cose...
Anzi ti dirò, una volta caduto il muro si scopre che queste persone non è che non sono in grado di amare, ma ne hanno paura, e perciò si rintanano.
Una volta caduto il muro ti dicevo, al primo minuscolo problema, tornano indietro di 100 passi e tornano a trincerarsi, è una battaglia veramente ardua, e ora mi viene da dire persa in partenza, perchè per quanta pazienza si può avere, e dedizione e affetto, a un certo punto ti rendi conto che potresti anche annullare i tuoi ideali e i tuoi desideri per avere pazienza in questa situazione, e non va bene...
In tutta questa situazione, oltre all'altro essere umano, ci sei anche tu, non dovremmo mai dimenticarcelo
CosmoGirl ha detto…
Scusate il ritardo imperdonabile, finalmente sono qui a rispondere a tutti i vostri commenti.

@Valentina: ci vorrebbe un bel lavoro interiore e tanto coraggio e a certe persone queste due cose mancano!
Riguardo al tuo commento successivo, sono d'accordo con te, il dialogo salva i rapporti.

@Robilandia: beh io credo che se c'è un rapporto, per quanto non paritario, vuol dire che un affetto dovrebbe esserci, altrimenti nemmeno tu daresti qualcosa a questa persona.

@Finalmentemamma: si è vero, in alcuni casi si tratta proprio di mancanza di voglia e allora lì bisogna farsi delle grosse domande!!!

@Daniela: eh questa cosa di correre il rischio è un tasto dolente...come dici tu dopo tante delusioni la paura arriva per forza. Però credo anche che se qualcosa o qualcuno ne vale davvero la pena, farà in modo che tu possa fidarti e tu farai in modo di vincere le tue paure.
Un abbraccio

@Redazione: sì non volevo dare una giustificazioni volevo rappresentare uno spaccato, così come ci sono gli stronzi ci sono anche quelli incapaci. Comunque da evitare entrambi! :)

@M.I. Brava! Parole sante! Forse si è persa in partenza perchè non puoi aiutare chi non si aiuta da sè e rischi davvero di perdere te stessa.
Ancora ti stupisci delle nostre "connessioni"?! :)
M.I. ha detto…
no, non mi stupisco più :P

Post popolari in questo blog

L'uomo che non ci ama

Se ti lascia andare via

Il Narcisista