Willy il Coyote insegna!

Due persone si conoscono, si piacciono, si parlano, si capiscono, magari si frequentano, magari vanno anche a letto insieme e vivono momenti di particolare intesa. 
Agli occhi di un poco attento osservatore parrebbe che tra loro stia iniziando qualcosa (ove per qualcosa si intende una relazione, vedi post precedente)
Si sa, le cose iniziano piano piano e poi si vede dove vanno. Si gode di quei bellissimi momenti che sono l’inizio.
Inizio di cosa poi magari non si sa neanche bene però le emozioni che provi fanno ben sperare.
Finché a un certo punto arriva lui e dice: “Non sono innamorato di te”.

Vi è mai capitato? Credo che sia una di quelle frasi che somigliano tanto a un treno preso in piena faccia. 
Rimani lì steso sui binari, con pezzi di te sparsi ovunque e ti chiedi: tornerò mai più insieme con la stessa forma che avevo prima?
Ora il punto non è che una qualsivoglia relazione debba per forza sfociare nell’amore, nel matrimonio e in tanti piccoli bipedi che girano per casa, non è detto. 
Può capitare che non funzioni e qua lo sappiamo tutti bene. Finiscono matrimoni dopo vent’anni, finiscono fidanzamenti, finiscono relazioni durate anni e così finiscono anche le frequentazioni. Succede. Punto. È un fatto.
Il problema non risiede nel “non andare avanti”, il vero problema è che quella frase ti fa tornare indietro.
Ti fa rivedere ogni istante vissuto con quella persona e te lo fa rivalutare
La tua mente, ormai devastata, ti fa pensare “ma allora quando la notte mi stringeva e sembrava perso nel profumo dei miei capelli? O quando mi guardava negli occhi come se non esistesse altra donna al mondo? Veramente non c’ho capito un cazzo?”
Ripercorri nella tua mente tutti i momenti che ti hanno fatto in qualche modo pensare che lui provasse qualcosa e riesci ad arrivare solo a due conclusioni: o io sono un’emerita deficiente e non ho ancora imparato a riconoscere i “segnali” o lui è un attore da premio Oscar, candidiamolo!
E quando la tua autostima avrà raggiunto i minimi storici registrati, inizierai addirittura a pensare che ci deve essere qualcosa di sbagliato in te se le persone non si innamorano di te, se tutti pensano “oh figa quella, due colpi glieli darei” ma poi la storia finisce lì.
E probabilmente è vero, c’è qualcosa di sbagliato in te: scegli gli uomini sbagliati!
Quelli sempre un po’ complicati che risvegliano la maledetta crocerossina che è in noi, che se ci piace il volontariato andiamo in Africa no?
Quelli che ti danno il paradiso e poi te lo tolgono, che se ci piace soffrire andiamo a farci una ceretta!
Quelli che non ti cercano mai e noi cominciamo a rincorrerli come fossimo Willy il Coyote, che se ci piace correre andiamo a fare la maratona!
Quelli da psicanalizzare, che allora o siamo tutte laureate in psicologia o abbiamo sbagliato mestiere nella vita!
Donne, basta con queste stronzate! 
Ove la parola chiave è “comporta”. 
Non conta quello che vi dice, il modo in cui vi guarda, come vi stringe o come fa l’amore con voi, guardate i fatti, le azioni vere e proprie!
Non ci sei? Scappi? Non mi vuoi? Non sei innamorato di me? Bene, pace e amen. 
Queste sono cose che non si possono comandare, le persone non vanno rincorse, bisogna solo prenderne atto e, per quanto dispiaciute e con i pezzi da ricomporre, girare pagina.
Se un uomo ci vuole davvero c’è e non ci lascerebbe andare via per nessuna ragione al mondo, se non ci vuole essere bisogna lasciarlo andare via.

ps. Ricordate che Willy il Coyote pare non sia mai riuscito a prendere Beep Beep!

Commenti

Mathilda Stillday ha detto…
Frase sentito, preso il treno in faccia, fatti mille pensieri della serie "Azz, allora mi stavi prendendo per il c." poi mi presenta i suoi ma continua a dire che non è innamorato. E io mi davo della cogliona e non capivo perchè le parole portavano lontano ma nei fatti c'era eccome. Beh, il fatto che ora abbia un blog che parla di mammitudine la dice lunga su come sia andata a finire. E nonostante siano passati 8 anni, ogni tanto il ricordo di quella botta in faccia riemerge. Buona giornata
linglima ha detto…
Cribbio Cosmo, qui lo dico e qui lo nego, mi stai creando una “dipendenza da Blog”………..
Trovo i tuoi post così naturalmente esaustivi che non riesco a non infilarmici dentro……..riguardo questa tua veritiera analisi, penso che il” fattore culo” sia una variabile da prendere seriamente in considerazione quando si parla di relazioni e come giustamente dice il detto: la fortuna prima o poi arriva……..
Ho preso talmente tante tranvate in faccia che neanche un chirurgo maxillo facciale riuscirebbe a ricompormi e riportarmi all’originale, ma sono ancora qui a raccontarmi…….Sì perché sono convinta che l’esperienza nella vita aiuti, ma è una consapevolezza che deriva dalla maturità che le persone acquisiscono con l’età…….Non che io sia particolarmente vetusta, ma dall’alto dei miei quarant’anni e di una vita spesa a combinarne di ogni, posso oggi proclamare con fierezza di aver raggiunto un certo equilibrio…..grazie anche al suddetto “fattore”…..
Penso di essermi calata in tutti i ruoli da te descriiti, dalla crocerossina alla psicanalista (infatti poi mi sono iscritta a Psicologia per cercare di capire non gli altri ma me stessa….) con conseguenti cali di autostima paragonabili ai cali ipoglicemici che ti ci vuole la rianimazione per tornare in quadro, e ad ogni “regressione” mi ripromettevo che non sarei più ricaduta nell’errore……ma anche sì, il problema è che se ti fissi su una cosa (o in questo caso una persona) perdi ogni cognizione e vai avanti a testa bassa perché se solo la alzi ti accorgi che qualcosa non funziona, ma ciò significherebbe metterti in discussione, cosa che poi fai, ma quando la travata ti ha già colto di sorpresa……..e cosa ti aspettavi? Se è vero che il viso è lo specchio dell’anima, perché ti vai a cercare solo quelli con quelle belle facce da bastardo? Perché non consideri magari anche gli uomini de panza che forse sono anche de sostanza? Non sia mai detto, adrenalina pura ci hanno iniettato alla nascita e quindi abbiamo periodicamente bisogno del richiamino per sentirci vive, ma non è così…….Ora l’adrenalina mi entra in circolo quando il mio Lui fa di tutto per dimostrarmi che mi ama, quando mi fa sentire unica al mondo, quando mi rende partecipe della sua vita e mi protegge da tutti e soprattutto da me stessa……Sicuramente le esperienze pregresse hanno forgiato la mia attuale “forma mentis”, ma direi che una buona dose di “culo”non sia da sottovalutare.......
Alice ha detto…
Post molto azzeccato, credo che a ognuna di noi almeno una volta nella vita sia capitata una cosa del genere.
Un bacio
Federica ha detto…
azzeccatissimo!

io ogni tanto me lo ripeto ma chissà come mai ci casco sempre nel rincorrere qualcuno o qualcosa che non ha tanta voglia di farsi prendere :(
secondo binario ha detto…
Verissimo...farò leggere il tuo post a una mia collega, sicuramente le sarà utile!!!!
TestadiC ha detto…
Qui davanti al mio pc è partito l'applauso.. e per poco non ci scappa anche la ola!!!
Sottoscrivo ogni singola parola, virgola, frase, di questo post fantastico!!
Soprattutto la questione del treno rende molto bene l'idea!!
Eva Q. ha detto…
Adoro questo post!!
Io mi ritrovo molto nella crocerossina ad ogni costo e forse c'hai ragione tu sarebbe meglio un po' di volontariato in Africa :D
Claudia ha detto…
Parole sante! Descrizione egregia e accurata!
CosmoGirl ha detto…
@Mathilda Stillday: quindi a te è andata bene?! E' vero che contano i fatti più delle parole e a volte ci vuole intelligenza per capirlo ma ci vogliono anche i fatti! :)

@linglima: qui lo dico e qui lo nego ma sono diventata dipendente dai tuoi commenti!!
Innanzitutto volevo precisare che la panza non da la certezza della sostanza! ahahahhaha
E poi hai ragionissima, bisogna smetterla di cercare "le botte allo stomaco" o "i treni in faccia", le vere emozioni sono altre tipo questa tua frase che mi ha colpito tantissimo "mi protegge da tutti e soprattutto da me stessa"....e davvero meraviglioso... *_*

@Alice: l'importante è che rimanga una volta sola!!! :D

@Federica: eh...a parole è facile...bisogna ripeterselo come un mantra ;)

@secondo binario: fammi sapere!!

@TestadiC: grazie mille e complimenti per il nick...geniale!!!

@Eva Q.: scappiamo in Africa va che è meglio...ed è anche ben frequentata ;)

@Claudia: ma grazie!!
linglima ha detto…
sì Cosmo è meraviglioso, soprattutto se penso che ho ravanato nei cassonetti per anni, prima che la dea bendata mi offrisse l'homo de sostanza su un piatto d'argento.......ho raccontato la mia storia al concorso di convivendo, quindi per ora non posso rilasciare dichiarazioni......ahahahahahahah!!!!!!!!!!!!!! a prestissimo!!!!!!!!
Francescast.84 ha detto…
Io son sempre stata più per la teoria, che l'uomo ha come tendenza quella di pensare che prima di innamorarsi ha bisogno di provarle certe emozioni per capire se è innamorato o no: L'andare a letto con una donna, frequentarsi, parlarsi, vivere momenti di particolare intesa ... perchè loro sono concreti e razionali, e sono così concreti e razionali che non si fanno problemi a dirti poi che non sono innamorati di te, a me è capitato. Inoltre loro non vogliono partire prevenuti, quindi prima provano, soprattutto se sono attratti e poi valutano ... son così, e cmq non è che non ci pensano, ci pensano eccome prima di sferrare il colpo. Noi, che non capiamo, di conseguenza poi li mettiamo nella lista nera, quella di chi ti ha infranto il cuore ... Non capiamo i meccanismi per il quale ci illudono ... perchè è così che fanno, illudono e noi ci lasciamo illudere volentieri. Io l'ho sempre definito istinto animalesco di sopravvivenza ... e c'è poco da fare, da domandarsi e agire ... loro faranno sempre così, perchè è così che giudicano le donne e le relazioni. Noi donne dovremmo prendere questo aspetto da loro. Invece no, Siamo troppo spinte da questa voglia di innamorarci in tutti i modi che non ci freniamo, costruiamo castelli di carta che poi bruciano e ci lasciano a terra. Non siamo sbagliate e non dobbiamo sentirci sbagliate perchè se le cose non vanno, le colpe non sono solo nostre, vanno dimezzate. Come dici anche tu alla fine, stai pur certa che se un uomo ci vuole davvero non ci lascia andar via ... è quando non ci vuole più che dovremmo farcene una ragione e cercare di andare avanti. :)
filippodgiampapa ha detto…
Confermo che Willy non è mai riuscito ad acchiappare Beep Beep! (tra l'altro faccio una spassosissima imitazione, alla prima occasione utile te la regalo!)

"Donne, basta con queste stronzate!", perdonami tesoro, ma mi ha ricordato tantissimo:
"Donne, è arrivato l'arrotino!" e
"Donne, dududu!"

E poi te l'ho anche già detto, quegli uomini lì sono coglioni, soprattutto a non correre dietro ad una come te, come willy al suo bellissimo struzzo. :)
gds75 ha detto…
a mio modestissimo avviso, il danno più grave che facciamo a noi stessi, quando ci capitano simili situazione è cominciare a vivere nei "se fosse"... lo so è difficile evitarlo ma se veramente fossimo capaci di non pensare a come sarebbe la nostra vita senza questo lutto, forse e dico forse sarebbe anche più facile trovare altro...
Robilandia ha detto…
anch'io ho pensato all'arrotino!
LaDolceModa ha detto…
Ahahahahah, no, dai... ma possibile che siamo tutte uguali e ricadiamo sempre tutte negli stessi errori?

Post perfetto e azzecatissimo, scritto in maniera splendida tra parentesi, complimenti! ho appena scoperto il tuo blog, e ci ho già passato un paio d'ore ;)

Parole sacresante comunque... ma metterle in pratica...
=)

Ancora complimentoni per il blog ;)
Simona
CosmoGirl ha detto…
scusate!! Non mi ero accorta di non aver risposto ai vostri commenti...

@linglima: sono curiosa di leggere la tua storia! :)

@Francescast.84: sai che anche se avevo letto il tuo commento di sfuggita ci ho pensato parecchio in questi giorni, al fatto che un uomo ha bisogno di provare...non so però per quanto tempo ha bisogno di provare prima che noi dobbiamo cominciare a "farcene una ragione"!!

@Fil: ti amo!! LOL E comunque era detto apposta per imitare "donne è arrivato l'arrotino", e tu da bravo scorpione l'hai colto! ;)

@gds75: hai ragione, rimanere ancorati non aiuta, bisogna allentare la presa...

@Robilandia: grande Robi, era proprio quello il tono!!

@LaDolceModa: grazie infinite per i complimenti e...si parlare è facile...ma ci si prova dai! :)
Baci e benvenuta!
specchioscuro ha detto…
Aggiungo solo un commento:

come si tende a diffidare dalle parole quando sono troppo sdolcinate, diffida anche dalle parole di distacco quando non quadrano col resto...

La prossima volta che uno ti dice così, digli di lasciar stare i paroloni e di spiegare a parole sue esattamente cosa prova quando ti vede.

Perché nessuno è venuto mai fuori con una buona definizione di cosa sia oggettivamente l'amore, e se lo cerchi sul dizionario ti fai quattro risate rendendoti conto di quanto vaga sia la descrizione...

E' una frase dietro cui ci può essere di tutto, da un "non me ne frega un tubo" a un lieto fine come descrive Mathilda, passando per vari gradi di desiderio di non impegnarsi o di incasellare le proprie emozioni.

un saluto, blog interessante...
CosmoGirl ha detto…
molto interessante il tuo commento, pieno di spunti su cui riflettere! Grazie!
robybetta ha detto…
Sono arrivata alla tua pagina per caso. Cercavo un'immagine di un cartone sfigato...e mi è subito venuto in mente Willy il coyote. Ed eccoti! Comincio a leggere e vedo me... l'inutile e ripetitivo comportamento che ho sempre quando inizio una storia. Mille fantasie, giustificazioni, attese e speranze per un LUI che non ha nessun interesse che va oltre i bei momenti vissuti insieme....e che continuano a restare tali fino a quando il coraggio non si prende di coraggio e molla tutto dando spazio alla dignità.
Il bello è che rimango l'amica fantastica che non ti abbandona mai. Quella che c'è sempre nei momenti difficili...sulla quale puoi contare sempre!
Ma sono stanca...
Penso, però, che a volte i comportamenti dell'uomo, non siano del tutto poco sinceri e che la paura di soffrire nuovamente per un amore, li spinga a vivere quei momenti e non lasciarsi andare ad altro per non permettere a nessun'altra donna di pugnalare e creare ulteriori ferite al cuore.
Per alcuni non è facile dimenticare il dolore provato e la solitudine è tanta. Ci sono uomini che hanno davvero difficoltà a lasciarsi andare e quando lo fanno, riescono a metà. E' quasi impossibile entrare nella loro vita e ci vuole tanto tempo... un'attesa snervante che molto spesso ti porta a rinunciare.
Altre due persone sole al mondo che avrebbero potuto trovare un po' di serenità insieme ed hanno perso l'occasione. L'ennesimo treno....
CosmoGirl ha detto…
E' vero quello che dici e ci sta anche lottare per farsi strada nella vita di qualcuno che ha sofferto tanto e per questo si è chiuso. Resta solo da decidere se questa persona ne vale la pena e soprattutto bisogna tenere a mente di non perdere mai se stesse e la dignità.

Post popolari in questo blog

L'uomo che non ci ama

Se ti lascia andare via

Il Narcisista